Per tutto novembre visite in quota a San Francesco del Prato

Si ampliano le possibilità di ammirare dall’alto la facciata della Chiesa che sta tornando a nuova vita, il rosone e il cuore della città di Parma, con le visite guidate ogni sabato e domenica del mese.

Mai come in questo momento l’arte, la bellezza, la storia, la spiritualità, possono essere nutrimento per l’anima. Continuano così per altri 3 weekend le visite guidate “in quota” a San Francesco del Prato di Parma, monumento gotico vicino alla Cattedrale e al Battistero protagonista di un’importante opera di restauro, al fine di restituire la Chiesa alla collettività e al culto. Un’esigenza nata per dare la possibilità a più persone, suddivise in piccoli gruppi, di ammirare un luogo unico, ricco di storie e di meraviglie artistiche. 

Nei giorni di sabato e domenica di tutto il mese di novembre 2020, nel rispetto delle indicazioni sanitarie e normative e compatibilmente con la situazione in continua evoluzione, si potrà salire fino allo splendido rosone a 16 raggi, creato nel 1462 da Alberto da Verona e circondato dalla grande cornice di terracotta policroma, per guardare da un punto di vista esclusivo la facciata di San Francesco del Prato e la città. Dalle 12.30 alle 15.30, in quattro turni – su prenotazione – si potrà vivere l’esperienza di immergersi nella storia della Chiesa, dove furono imprigionati anche noti personaggi come Giovannino Guareschi, per poi salire in alto, fino al finestrone incastonato nella facciata, lasciando che lo sguardo si perda sul panorama che si apre sul cuore di Parma e sul vicino Duomo. Per prenotare le visite guidate bisogna contattare via telefono il numero 371 1663004 (dalle ore 17 alle 20) o scrivere un’email all’indirizzo: visite@sanfrancescodelprato.it

Altre news