Cronologia del restauro

I lavori di recupero di San Francesco del Prato hanno permesso il ritrovamento di meravigliosi affreschi e opere nascoste, raccontando l’evoluzione storica della Chiesa. L’intero progetto vuole portare alla luce tutta la bellezza di un monumento unico al mondo.

  •  
    Febbraio 2019

    Il cantiere è stato aperto in data 03/09/2018 con le opere di consolidamento strutturale sottopavimento (allargamento base pilastri e cordoli armati). Sono state chiuse le sepolture presenti e chiusa la fornace della navata centrale.

    • Opere murarie: sono stati realizzati i risanamenti murari di aperture non congruenti e la rimozione di contro pareti svincolate dalle murature.
    • Ponteggi: è stato completato il ponteggio interno a dicembre 2018 e successivamente quello esterno e sono state aperte le due finestre della facciata ovest.
    • Altre attività: è stata liberata una cappella e sono state ricostruite le 3 paraste demolite. È stato ritrovato un pregevole affresco all’interno di una nicchia di cui non si conosceva l’esistenza. I lavori e i sondaggi eseguiti hanno portato alla luce interessanti ritrovamenti che indicano un’evoluzione storica della Chiesa. L’analisi eseguita sulla superficie ha permesso di constatare un rilevante grado di dissesto di due archi.
  •  
    Maggio 2019

    I lavori di consolidamento strutturale e di restauro della facciata e di alcune parti interne proseguono.

    • Opere di consolidamento: sono stati smontati i muri anti fuga in copertura e gli archi interni, conservando tutti i mattoni recuperabili. È stato terminato l’inserimento dei tiranti nella facciata ovest e il tamponamento delle finestre. Completata la parasta di consolidamento della facciata sud.
    • Restauro: è stata eseguita la mappatura delle superfici per rilevare l’eventuale presenza di affreschi, decori o tinteggi originali. Sono state aperte le finestre gotiche della facciata ovest
  •  
    Luglio 2019

    Sono stati ultimati i lavori di consolidamento strutturale 2° stralcio e di restauro della facciata.

    • Restauro: è stata completata la pulitura del rosone e del portale di ingresso. È stato consolidato il paramento murario della cornice sommitale.
    • Opere di consolidamento: è stato completato il rifacimento delle coperture delle navate laterali, il consolidamento delle strutture del tetto e il ripristino della porzione di muratura prospicente. Sono stati montati i puntoni e i tiranti delle navate laterali e aperte le porte verso il chiostro dell’Università. È stato realizzato il tratto che congiunge la chiesa con la viabilità pubblica per permettere l’allaccio all’energia elettrica.
  •  
    Ottobre 2019

    Dopo l’interruzione di quasi tre mesi per consentire le attività del Teatro Regio, sono proseguiti i lavori di restauro interni e di consolidamento di alcune parti, sono iniziati i lavori inerenti alla facciata nord.

    • Ponteggi: sono stati completati i ponteggi interni degli absidi e del lato nord della Chiesa e installati nelle cappelle laterali.
    • Restauro: Sono iniziate le attività di sondaggio delle superfici intonacate degli absidi. È stata completata la pulitura e il restauro dell’interno del rosone.
    • Serramenti: oltre alle finestre della facciata sono state montate tutte le finestre alte lati nord e sud
  •  
    Dicembre 2019

    Sono iniziati i lavori inerenti la facciata nord che nonostante il meteo sono avanzati in modo considerevole.

    • Ponteggi: sono stati eseguiti e completati i ponteggi esterni delle tre absidi
    • Opere di consolidamento: al 1° piano sono state completate le opere inerenti alle volte delle celle e la copertura del braccio.
    • Serramenti: oltre alle finestre della facciata sono state montate tutte le finestre alte lati nord e sud ed è iniziata la posa dei vetri soffiati nell’abside.
  •  
    Aprile 2020

    Dopo la necessaria interruzione causata dal Covid, le attività svolte hanno consentito il completamento dei consolidamenti delle pareti delle 3 navate, l’inizio delle attività nelle absidi, l’installazione degli impianti elettrici e meccanici, i ponteggi e le facciate sud e nord della Chiesa.

    • Ponteggi: sono stati smontati i ponteggi delle 3 navate e montati quelli all’interno delle cappelle laterali e sistemate quelle nelle 3 absidi.
    • Restauri: sono state completate le attività delle 3 navate e sono iniziate quelle nella volta dell’abside maggiore oltre che quelle su una colonna.
    • Opere di consolidamento: sono state completate le opere delle 3 navate, è stato iniziato il rifacimento del manto di copertura dell’abside maggiore e delle cappelle sud oltre che il ripristino di alcune parti della facciata sud. Avendo liberata la pavimentazione è iniziata la stesura dei cavidotti dell’impianto elettrico e la posa dei pozzetti. Sono state eseguite alcune opere di consolidamento dell’abside laterale destra.
  •  
    Settembre 2020

    Le attività svolte hanno visto il completamento dei consolidamenti delle pareti delle 3 navate, l’inizio delle attività nelle absidi, l’installazione degli impianti elettrici e meccanici, i ponteggi e le facciate sud e nord della Chiesa. 

    • Ponteggi: sono stati smontati i ponteggi esterni delle absidi e quelli lungo la parete sud della Chiesa. Sono in corso di montaggio quelli esterni all’ex carcere, lati est ed ovest. 
    • Restauri: proseguono i restauri della volta dell’abside centrale. Durante l’attività di pulitura sono stati scoperti nuovi affreschi sulle pareti di notevole pregio artistico e di grandi dimensioni risalenti alla metà del ‘500. 
    • Opere di consolidamento: sono state completate le opere di consolidamento nelle absidi e nella parte sud. Il pavimento è stato realizzato con il getto del soottofondo in mini Leca, per poi posare il pavimento radiante e il getto del massetto. La realizzazione della pavimentazione in cocciopesto è in corso. Sono iniziate le attività di ripristino del portale di ingresso. 
    • Impianti elettrici e meccanici: è stata eseguita la posa dell’impianto radiante a pavimento e del suo collegamento al circuito di alimentazione. È stato eseguita la predisposizione della centrale tecnologica e la predisposizione all’allaccio dell’energia elettrica.